[Recensione] Sky Castle

Titolo: Sky Castle (SKY Kaeseul / SKY 캐슬)
Genere: satira, drammatico, commedia nera
Episodi: 20×70′, trasmessi su JTBC dal 23 novembre 2018 al 1° febbraio 2019
Quando l’ho visto: 4 marzo-23 marzo 2019
Trama: Quattro donne e le relative famiglie vivono nel lussuoso quartiere noto come Sky Castle. Gli uomini sono medici o professori, le mogli tutte casalinghe votate all’educazione dei figli, che si barcamenano tra lezioni scolastiche e accademie pomeridiane con un unico obiettivo: entrare all’Università Nazionale di Seul. Ma questa è davvero la vita che i ragazzi vogliono, o stanno soltanto seguendo le imposizioni dei genitori? Quando una delle madri dello Sky Castle si suicida, qualcosa si spezza nella gabbia dorata. Le vite dei suoi abitanti sono destinate a cambiare, e non necessariamente in meglio.


Un castello infernale per il drama perfetto

Quando una cosa è particolarmente bella, non si trovano neanche le parole per descriverla. Non ci sono frasi in grado di comunicare quello che si è visto, o sentito, o vissuto, perciò non vale neanche la pena provarci. Questa sarà una recensione molto breve, che si potrà riassumere in tre parole: guardate Sky Castle.

C’è però qualcosa che voglio aggiungere.
Di questo drama si è parlato molto, e alla fine si è concordato che ha avuto successo perché ha dipinto con precisione il sistema scolastico coreano, in particolare quello che fanno i ricchi per avere dei figli di successo, permettendo agli spettatori di identificarsi con la storia. Per questo, penso che esista un preciso momento della vita in cui sia meglio guardare Sky Castle: quando si è liceali, e quando si è genitori con figli che vanno a scuola. Essendo io nella “zona di mezzo”, mi è mancata proprio l’identificazione che sarebbe stata la ciliegina sulla torta. L’unico personaggio che mi abbia “parlato” è stata Se-ri (Park Yoo-na), la figlia maggiore di No Seung-hye (Yoon Se-ah) e Cha Min-hyuk (Kim Byung-chul), la più vicina alla sottoscritta come età anagrafica. Se avessi guardato Sky Castle quasi una decina d’anni fa, il suo messaggio sarebbe sicuramente arrivato più in fondo e lo avrei considerato più memorabile.
Esso, comunque, è uno dei pochi drama che reputo privi di difetti. È serio, ma anche molto divertente; a volte spaventoso, altre tenero e commovente. Ha dei bei personaggi e dei colpi di scena molto azzeccati e ben piazzati. OST meravigliosa, passo giusto… e poi piace ai BTS.

 Voto: 10/10

Sottotitoli italiani usati: quando l’ho guardato non era disponibile in italiano, ma verrà tradotto presto dalla mia socia per il TFPA Subbing Team.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: