[Recensione] Cinderella and Four Knights

Titolo: Cinderella and Four Knight (신데렐라와 네 명의 기사 / Cinderella-wa ne myeong-ui gisa)
Genere: romantico, dramma adolescenziale
Episodi: 16×60′, trasmessi su tvN dal 12 agosto al 1° ottobre 2016
Quando l’ho visto: 31 luglio-14 agosto 2017
Trama: Eun Ha-won (Park So-dam) è una liceale allegra e ottimista, orfana di madre; vive con la matrigna e la sorellastra, che la trattano malissimo, mentre suo padre è via per lavoro. Per poter pagare le tasse universitarie, Ha-won accetta l’offerta di Kang Hyun-min (Ahn Jae-hyun), erede di un’immensa fortuna, e si finge la sua fidanzata al matrimonio del nonno in cambio di 2 milioni di won. Scoperto, però, che Hyun-min intende rovinare la cerimonia, Ha-won riesce a farlo scusare con la forza. Colpito, il nonno la invita ad andare a vivere con i suoi tre nipoti, nella speranza che possa trasformarli in persone migliori; in cambio le pagherà le tasse universitarie. Ha-won inizia quindi a convivere con i cugini Kang: il play-boy incallito Hyun-min, l’attaccabrighe Ji-woon (Jung Il-woo) e l’idol Seo-woo (Lee Jung-shin). Ma deve rispettare una condizione: frequentarsi è vietato.


Ahimè, che dolore

Come avevo anticipato e previsto quando ho cominciato a guardarlo, ho desiderato coppie diverse, perciò questo drama mi ha scottato parecchio e la (lunga) recensione che vi propongo, scritta a caldo, è uno sfogo tra il delirante, l’isterico e il lapidario.

Tutto cominciò con il casting. Un casting fatto bene attira l’attenzione. A catturare la mia sono stati due nomi: Jung Il-woo, possibilmente il mio attore preferito, e Naeun, la mia bias delle Apink. Se poi leggo nelle notizie che il personaggio di Jung Il-woo sarà innamorato di quello di Naeun, non posso che sentirmi gongolante e intrigata. Quando poi il drama ha iniziato le trasmissioni, nel feed di YouTube mi sono trovata il videoclip della OST cantata da Bomi, e non ho potuto esimermi dal guardarlo: quale sguardo negli occhi di Il-woo/Ji-woon quando guarda Naeun/Hye-ji! È stato amore a prima vista per questa coppia.

Soltanto che poi mi è sorto l’atroce dubbio: sei tu, Jung Il-woo, attore di una certa levatura, il protagonista maschile? Mi stai tu dicendo, Kang Ji-woon, che rivolgerai quello sguardo colmo di dolcezza, tristezza e amore, quegli occhi da cucciolo, verso quella Eun Come-si-chiama, quella cosa che pare un topolino di campagna incrociato con la personificazione dell’ottimismo-profumo-della-vita?!
Sudori freddi. Già la odio.
Decido di spoilerarmi volutamente il finale guardando l’ultima screenshot della recensione di Dramabeans: le mie paure si realizzano, la tristezza è profonda, la delusione immensa. Ci faccio i conti e resto comunque dell’idea che guarderò il drama. Jung Il-woo innamorato di Naeun è pur sempre un ottimo incentivo.
Non so che vado incontro ad una parabola discendente che mi spezzerà il cuore.

Nei primi episodi trovo esattamente quello che cercavo: Ji-woon è un ragazzo ribelle, innamorato segretamente di Hye-ji, che tuttavia è cieca ai suoi sentimenti. Con lei Ji-woon riesce a sorridere, si scioglie, la guarda come se fosse tutto il suo mondo, ma tace, sapendo che lei invece è innamorata sin dall’infanzia di Hyun-min. Fa quello che può per proteggerla da lui, non tenendoli lontani con bassi mezzucci, bensì proteggendo il suo cuore dalla sofferenza che Hyun-min, con il suo comportamento da playboy, potrebbe causarle. Sono dolcissimi. Sono contenta. Li adoro. Nel mio cuore si annida la speranza che Hye-ji si accorga di lui.

Ma so che non può durare. Dall’episodio 6 circa, man mano che Ji-woon si interessa a Ha-won. Entro l’episodio 8, appena li vedo insieme comincio a supplicare “no no no!”, sento un groppo allo stomaco e mi viene da vomitare per l’orrore. È la prima volta che un drama mi fa questo effetto, e sono combattuta: continuare la visione per cogliere gli ultimi istanti di Ji-woon e Hye-ji, e farlo in fretta per arrivare il prima possibile al termine della tortura, oppure mollare, buttarlo nel dimenticatoio e fingere che sia andata in tutt’altro modo? Per principio, lo finisco.
Entro l’ultimo episodio, ho il cuore a frammenti e odio profondamente la scrittrice del romanzo e gli sceneggiatori del drama.

Nel corso della visione, ho elaborato varie trame alternative che fossero maggiormente di mio gusto, per rimediare alla situazione.
Accertato che il problema maggiore era Park So-dam/Ha-won, ho cominciato con il tagliarla drasticamente fuori dalla storia, concentrandola invece su Hye-ji e Ji-woon che vengono ostacolati da Hyun-min. Questo mi ha soddisfatto solo in parte, perché non potevo prendermi la vendetta sul personaggio di Ha-won, così sono nate altre versioni.
Una, uguale alla storia originale, prevedeva l’inversione delle attrici principali, ma, resami conto che alla fine hanno fatto un buon casting e che volevo che anche le scene di Ji-woon e Hye-ji fossero interpretate da Il-woo e Naeun, sono tornata sui miei passi, immaginando che Ha-won/Park So-dam finisse invece con Hyun-min. Dopotutto erano piuttosto divertenti all’inizio della serie, e perlomeno non hanno tutte le pippe mentali del “ho visto morire tuo fratello, ma non ho fatto niente e perciò non ti merito!”. In tal modo Ha-won avrebbe assunto ai miei occhi una connotazione positiva, avendo lo scopo di far allontanare Hye-ji da Hyun-min e permettendo alla ragazza di accorgersi di Ji-woon. Penso inoltre che così la storia sarebbe potuta essere un po’ più originale, eliminando completamente il motivo ricorrente della santa che redime il Diavolo con il proprio amore fedele, e dei poveri outsider che non avevano mai incontrato nessun altro simile a loro prima.
In un’ultima variante, un po’ più cattivella, Ha-won avrebbe aiutato i cugini Kang a diventare un po’ più una famiglia (che alla fine il suo scopo era quello, mica unirsi anche lei), poi sarebbe sparita dalla circolazione (venendo dimenticata e magari morendo su una montagna sola come un cane).

Nel complesso, Cinderella and Four Knights è un incrocio tra Boys Over Flowers e You’re Beautiful, con personaggi piuttosto stereotipati (il playboy, il ribelle, il gentile, la ragazza sofisticata e quella sfigata ma sempre ottimista), ma non schifosi, anche se Ha-won a volte mi è sembrata fin troppo ottimista, buona e gentile, e anche un po’ passiva, mentre avrebbero potuto scrivere meglio Hye-ji (non è possibile che sia ancora fissata con uno per una promessa di quando avevano 10 anni, dai! Soprattutto perché poi non si sono più visti per altrettanto tempo).
Anche le situazioni sono quelle standard per un drama di questo tipo, a tratti gli sviluppi sono prevedibili, abbiamo un uso un po’ eccessivo del destino che fa le sue manovre, e non si sono fatti mancare niente, neanche il nipote che odia il nonno ma è l’unico compatibile per il trapianto, o i protagonisti che si sono già conosciuti da piccoli, ma se lo ricordano solo a fine serie… Fortunatamente hanno evitato il dilemma “oddio, forse siamo fratelli?”.
La colonna sonora cantata è bella, ma usata eccessivamente, e all’inizio della serie le transizioni audio sono approssimative e i brani finiscono improvvisamente.
Per i miei gusti personali l’ultimo episodio è un concentrato troppo denso di melassa. Capisco che siamo alla frutta e tutti meritano un lieto fine con i fiocchi, ma qualcuno ha esagerato con lo zucchero in questa ricetta.

Voto: 6,5/10, dopo aver messo da parte il turbine di emozioni personali e averla analizzata a mente lucida. In realtà, Cinderella and Four Knights sarebbe il primo “non classificabile” che assegno. Mai ci fu drama che ho odiato così tanto, che non vedevo l’ora di finire ma che non sopportavo di guardare.

Sottotitoli italiani usati: quelli del Mist Fansub. Ottima traduzione, qualche errore di battitura qua e là. Il nome del nonno è sbagliato.

Annunci

Una risposta a "[Recensione] Cinderella and Four Knights"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: